www.ciakmagazine.it – L’INTERVISTA: FRANCO PIERSANTI, I MIEI 40 ANNI DI MUSICA PER IL CINEMA

I miei 40 anni di musica per il cinema

ciakmagazine.it 24/11/2016 

habemus-papa

Da quando ho iniziato io, 40 anni fa, è cambiato tutto. I giovani che vogliono fare i compositori per il cinema hanno tante chances in più dal punto di vista tecnologico, ma anche più difficoltà: oggi nei film si usano molte più musiche di repertorio, non solo pop, e per questioni di budget i produttori non sempre sono disposti a investire sulla colonna sonora». Parola di Franco Piersanti, il compositore storico dei film di Nanni Moretti, da Io sono un autarchico ad Habemus Papam, ma anche di Gianni Amelio, Mimmo Calopresti, Daniele Luchetti. Dopo tre David di Donatello (per le musiche di Il ladro di bambini, Lamerica e Il caimano), due Nastri d’Argento (per Terraferma e Io e te) e sette Ciak d’Oro, Piersanti è uno che ai giovani ci pensa, e il mestiere lo sta insegnando a molti. Per esempio al festival Creuza de Ma (che prosegue dal 7 all’11 dicembre a Cagliari), dedicato alla musica per il cinema, che ha istituito la Masterclass Sergio Miceli condotta in questa prima edizione proprio da Piersanti. «Alla fine della masterclass, che si è tenuta a novembre, ho assegnato quattro spezzoni di film per i quali comporre la musica»; dice Piersanti. «Gli studenti stanno spedendo le loro partiture: le cinque migliori verranno eseguite con l’orchestra alla fine del festival Creuza de Ma». La masterclass è intitolata a Sergio Miceli, «grande musicologo scomparso l’estate scorsa, che ha portato l’attenzione sulla musica applicata, collocandola a pieno titolo nel ‘900 musicale che affianca appunto la settima arte, il cinema». (altro…)

Share