La vita che verrà

Roma, 4 giugno 1944. Mentre gli americani fanno il loro ingresso nella città, quattro giovani si incontrano nel popolare quartiere della Garbatella: Nunzia, cameriera, rimasta sola con una bambina di otto anni e un neonato (la madre è morta nel darlo alla luce), figli dell’ingegner Padovani ebreo deportato da nazisti: Pietro, tipografo clandestino sfuggito miracolosamente alle retate: sua sorella Rosa, sarta in casa: e infine Romano, un venditore ambulante arrivato da Napoli al seguito degli americani. Seguono giorni difficili. Poi le cose migliorano e il 2 giugno 1946 i nostri quattro amici si ritrovano tutti insieme a festeggiare la vittoria della repubblica. Quell’anno torna anche l’ingegner Padovani che riprende con sé i figli. Le vite di Rosa, Romano, Pietro e Nunzia finiscono per convergere in un duplice matrimonio. I quattro vanno a vivere insieme nella casa di Pietro alla Garbatella si trovano un’occupazione e nascono figli: Michele, da Nunzia e Pietro; Giovanni, da Rosa e Romano. Romano, diventato un militare del Partito Comunista, viene inviato al sud dove incontra Viviana Vitanza, una giovane funzionaria comunista, con la quale vive un’improvvisa e travolgente storia d’amore. Nel 1956, Pietro si trasferisce a Padova per dirigere una piccola attività tipografica. Nunzia è nuovamente incinta. Dopo i tragici fatti d’Ungheria, Romano abbandona il Partito. Insoddisfatto e frustrato, entra in crisi con la moglie Rosa. Pietro invece è assorbito totalmente dal suo lavoro. Con Nunzia è la rottura. Va via da Padova e si trasferisce a Genova con i figli, Michele e Sara. È il 1960. La tipografia chiude, sequestrata per fallimento. Padre e figlio partono per Roma, dove Romano lo aiuta a risolvere parte dei suoi problemi finanziari. Intanto Rosa, incinta, trascorre le vacanze al mare con Giovanni, e Nunzia la raggiunge con la piccola Sara. Mentre un giovane etiope, Abebe Bikila, percorre a piedi nudi le strade di Roma vincendo la maratona, Rosa, Romano, Pietro, Nunzia e i loro figli si ritrovano. Insieme, dopo tanto tempo brindano come una volta alla vita che verrà.

Il Corto Maltese

Nel 2002 una coproduzione italo-francese, Rai Fiction in collaborazione con Canal + e Ellipsanime, ha dato alla luce una serie a cartoni animati di Corto Maltese basati sulle più famose storie del personaggio di Hugo Pratt.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tracce

La fuga degli innocenti (2004)

Le vicende di un gruppo di bambini e di ragazzi ebrei dell’Europa centro orientale che, in fuga dalla persecuzione nazista, viene accolto in Italia, in un paese dell’Appennino emiliano. Grazie al coraggio della comunità locale il piccolo gruppo viene protetto e aiutato a trovare rifugio in Svizzera. Liberamente ispirato ad una storia vera.

Des Soucis des Hommes (2012)

La serie racconta la storia di quattro amici nel pieno dei 40 anni.

Correre Contro (1996)

Correre contro è la storia dell’amicizia fra Pablo, un ragazzo costretto sulla sedia a rotelle a causa di un incidente, e Daniele, un ragazzo inviato a svolgere il servizio civile nel centro di riabilitazione dove Pablo si reca. All’inizio fra i due c’è una certa diffidenza ma poi diventano amici. Fanno la conoscenza di Chiara, una ragazza affetta da epilessia, ed entrambi se ne innamorano. Ma Pablo, temendo di essere rifiutato a causa del suo handicap, rinuncia a lei e spinge Daniele a farsi avanti. Chiara sa bene cosa significa sentirsi “diversi” e vorrebbe dimostrare a Pablo il suo amore, ma viene da lui respinta, per paura di non essere accettato. Sarà grazie all’intervento di Daniele che i due riusciranno a capirsi fino in fondo e a vivere il loro amore.

Correre Contro

Anno: 1996

Regia: Antonio Tibaldi

Musiche: Franco Piersanti

 

Il Grande Fausto (1995)

Coppi ha spalle alte, gambe lunghissime e un grande torace carenato come una fusoliera. Guida un’automobile di marca e porta un feltro leggero a tesa larga, indossa camicie bianche con cravatta, spesso doppio petto principe di Galles. Sempre ben rasato, capelli tagliati e tenuti fermi con la brillantina, bici e maglie da training solo grigio perla. Il campionissimo è il primo gentleman del ciclismo. Capace di presentarsi in un’Ambasciata o in un salotto, di sentirsi al suo agio davanti alla cinepresa, a contatto coi microfoni, sotto le prime telecamere.

I ragazzi della via Pal (2003)

Il film è ambientato a Budapest nel 1904. Due bande di ragazzi si contrappongono. Da una parte “i ragazzi della Via Pal”, dall’altra le “camicie rosse”. Il campo di battaglia è proprio l’area intorno alla Via Pal. La trama presenta diverse differenze rispetto a quella del romanzo: si narra, a esempio, di una amicizia tra la nonna di Csele e il guardiano Jano, entrambi personaggi assolutamente marginali.

 

Cuore (2001)

“Cuore” di Edmondo De Amicis è uno di quei romanzi che hanno caratterizzato l’infanzia di intere generazioni. Il libro, pubblicato per la prima volta nel 1886, si basa sulla vita di tutti i giorni di una classe di alunni fra gli otto e i dieci anni in una scuola di Torino e degli adulti che ruotano attorno. Personaggi come Garrone e Franti, episodi come “Il tamburino Sardo” o “Dagli Appennini alle Ande” sono da sempre rimasti nella memoria di chi ha letto il romanzo. “Cuore”, proprio per il mondo che descrive e per i personaggi che propone, ha in se’ tutta una serie di valori immortali, l’amicizia, l’amore, la famiglia

Il Commissario Montalbano (2011-2016)

Salvo Montalbano è il commissario di polizia di Vigata, dal carattere burbero, ma responsabile e serio sul lavoro, molte volte anche aperto e gentile con persone di cui sa di potersi fidare. Montalbano si trova a dover indagare sui più vari fatti criminali della sua terra, dei quali – grazie al suo grande ingegno e all’aiuto di numerosi collaboratori, anche al di fuori del commissariato – riesce sempre a ricostruire gli esatti avvenimenti e a trovare la soluzione. Fra i colleghi di lavoro ci sono il suo vice Mimì Augello, l’ispettore Giuseppe Fazio, il goffo agente Agatino Catarella e altri agenti del commissariato. Invece tra i suoi collaboratori esterni ci sono l’amica Ingrid Sjostrom, il giornalista Niccolò Zito e più raramente la sua cuoca Adelina. Nella sua sfera privata, Salvo porta avanti una relazione a distanza con Livia Burlando, con la quale ha un rapporto talvolta burrascoso, ma nel quale prevale sempre l’amore.

Lista degli episodi

Il ladro di merendine – 06/05/99
La voce del violino – 13/05/99
La forma dell’acqua – 02/05/00
Il cane di terracotta – 09/05/00
La gita a Tindari – 09/05/01
Tocco d’artista – 16/05/01
Il senso del tatto – 28/10/02
Gli arancini di Montalbano – 04/11/02
L’odore della notte – 11/11/02
Gatto e cardellino – 18/11/02
Il giro di boa – 22/09/05
Par condicio – 29/09/05
La pazienza del ragno – 07/03/06
Il gioco delle tre carte – 13/03/06
La vampa d’agosto – 02/11/08
Le ali della sfinge – 03/11/08
La pista di sabbia – 10/11/08
La luna di carta – 17/11/08
Il campo del vasaio – 14/03/11
La danza del gabbiano – 21/03/11
La caccia al tesoro – 28/03/11
L’età del dubbio – 04/04/11
Il sorriso di Angelica – 15/04/13
Il gioco degli specchi – 22/04/13
Una voce di notte – 29/04/13
Una lama di luce – 06/05/13
Una faccenda delicata – 29/02/16
La piramide di fango – 07/03/16